"Brand New Day" - Feb. 2019 - Lorenzo Benetti

Beh, ci sono arrivato anch’io allo sconforto… C’è stata una mattina in cui mi sembrava non ci fosse futuro lavorativo. E l’ho anche immaginato: non si guadagna, quindi non si può vivere, non si pagano le bollette, il mutuo, ecc. Dopo una buona ora ad addentrarmi in questa sensazione, in cui ho cercato di scavare dentro di me per capire da cosa fosse nata questa sensazione sono arrivato a questi due pensieri:

  1. Riguardo al futuro: molti anni di ricerca mi han fatto capire chi voglio diventare, quindi al momento l’unica cosa che posso fare è studiare. Ci lamentiamo sempre di non aver tempo di fare quello che avremo voglia di fare per Noi stessi, la situazione di cui parlavo prima invece ci presenta quest’opportunità.
  2. Riguardo al presente, la mia “mission” è lavorare perchè la gente abbia il suo momento di benessere: quindi, oltre a scrivere degli articoli sulle varie problematiche, ho deciso di scriverne alcuni con degli esercizi da fare comodamente a casa e condividere con un po’ di persone che possono farlo (fra poco saranno online). Se qualcuno dovesse aver problemi, non farò altro che allegare il mio numero di telefono per vedere cosa fare per rimediare a questa cosa. Un piccolo servizio fatto con Amore per gli altri. E per adattarsi alla situazione.

La ricetta di oggi è un “comfort food“: un ricordo dei momenti in cui provavo tristezza, e mia madre mi preparava questo piatto e lo si divideva in famiglia. Poi è entrato di diritto nel mio personale “ricettario”. Lavorare in cucina con le mani mi ha sempre donato una sensazione di piacere: nella manipolazione dei prodotti e tutte le loro consistenze. Il peperone con la sua croccantezza al taglio, la carne “viscida sotto le mani” e la formazione delle polpette. Tutti i profumi che emana la ricetta. E la soddisfazione di tuffare un pezzo di pane nel sugo che si forma!

Avvertenza: Logicamente questo piatto non faceva sparire il problema, ma con la pancia piena e dopo aver parlato un po’ con i propri familiari o amici o una persona cara si ragiona meglio!

Polpette al sugo (non fritte) per 4 persone

Gli ingredienti sono abbondanti, proprio come richiede un comfort food.

1 kg di macinato

1 vasetto di pomodori pelati

2 cipolle medie bianche

3 Peperoni (2 rossi e uno giallo)

1 uovo

q.b. Prezzemolo 

q.b. Pane grattuggiato.

Essenziale per la scarpetta: pane (nella quantità e qualità che preferite)

Preparazione:

In una terrina unite il macinato con le uova, prezzemolo, sale e pepe. Lavorate finchè la carne ha “assorbito” tutti gli ingredienti. Mettete il pan grattato in un piatto e cominciate a lavorare le polpette, formando delle sfere.

In una pentola far imbiondire con un po’ d’olio e poi unire peperoni tagliati a quadrotti e il sugo. Far cuocere tutto a fuoco LENTO. In cucina, come nella vita, le ricette migliori richiedono TEMPO! 🙂

Quando la salsa sarà un po’ più calda, adagiare le polpette e cuocere con un coperchio per una ventina di minuti senza mai girare (per non rompere le polpette). Passato questo tempo (e accertandosi che le polpette non si sfaldino) possiamo girare e vedere la magia: polpette e salsa ai peperoni si uniscono in un matrimonio fantastico.

Impiattamento: con del pane, in maniera “selvaggia”. Il confort food non ha impiattamenti particolari! Consiglio un buon vino rosso (Chianti, o un Valpolicella) e in sottofondo delle ballad rock per le Vostre papille gustative.

Lorenzo Benetti, Massofisioterapista iscritto all‘albo speciale nr. 45, Massaggiatore Sportivo, Riflessologo. Cod. fisc BNTLNZ83B27D325T, P.IVA 03723580274.

Cosa ne pensi? Fammelo sapere con un messaggio (whatsapp), email o un commento!

Scrivimi, riceverai una risposta entro 24 ore.

Lavoro su appuntamento: dal Lunedì al Venerdì 14.30 - 20.30.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *